Sudorazione? Prosciugala col botulino

manosudataNon si tratta di un semplice, seppur fastidioso inconveniente: chi ne soffre ha una patologia ben precisa, chiamata iperidrosi.

Sebbene la sudorazione sia un processo naturale e sudare rappresenti una delle modalità più importanti per smaltire l’ eccesso di calore del corpo, alcuni individui tendono a sudare molto di più di quanto sarebbe necessario per garantire la normale termoregolazione corporea.

La tossina botulinica risolve brillantemente i casi di Iperidrosi focale di tipo ascellare, plantare e palmare.

L'iperidrosi può essere distinta in due tipi diversi:

Iperidrosi focale: Si tratta del tipo più comune di eccessiva sudorazione, e normalmente coinvolge aree ben distinte del nostro corpo.
Nel 30-40% dei casi l’iperidrosi focale è localizzata alle ascelle (iperidrosi ascellare), ma altre aree comunemente interessate sono i piedi, le mani e, più raramente, il viso.
Un tipo particolare di iperidrosi del viso è l’ iperidrosi gustatoria, in cui l’ eccessiva sudorazione è causata dall’ ingestione di cibi particolari, in genere piccanti.
Iperidrosi generalizzata: Si tratta di sudorazione che coinvolge l’intero corpo, in genere correlata con specifiche malattie (diabete, ipertiroidismo) o infezioni.

letterasmallIl trattamento dell’iperidrosi generalizzata consiste nel trattamento sia della malattia che della causa.
La tossina botulinica risolve brillantemente i casi di Iperidrosi focale di tipo ascellare, plantare e palmare.

Il meccanismo di azione della tossina botulinica prevede il blocco delle terminazioni nervose che attivano le ghiandole sudoripare. 

L’aspetto positivo del Botox, rispetto ad altre tecniche chirurgiche è che le ghiandole sudoripare non vengono eliminate, bensì solamente inibite per bloccare in maniera prolungata la produzione eccessiva di sudore. 

Il trattamento è piuttosto semplice, e prevede l’iniezione della tossina botulinica direttamente nel cavo ascellare, effettuando 10-15 piccole punture distribuite omogeneamente nell’area da trattare. 

Gli aghi usati sono molto sottili, ed il dolore durante il trattamento è molto modesto. 

Le infiltrazioni di Botox possono essere praticate in qualunque zona del corpo “anche se generalmente il trattamento viene praticato soprattutto sulle zone maggiormente colpite, come ascelle, mani e piedi. 

La zona da trattare viene identificata con speciali marcatori che evidenziano i punti maggiormente interessati dalla traspirazione. 

Per quanto riguarda le mani, oltre che l’area palmare, spesso viene trattata anche la zona digitale, tra le dita e, se necessario, anche sul dorso”. 
In pratica si interviene proprio nei punti più critici per chi deve scrivere o appoggiare le mani nelle attività quotidiane.

La tossina botulinica richiede qualche giorno per sviluppare la sua azione, ed in genere i suoi risultati sono visibili entro 7-10 giorni.

Quanto è efficace la tossina botulinica e quanto durano i risultati?

Molteplici studi clinici indicano che la sudorazione è risultata ridotta nell’80% dei casi una settimana dopo il trattamento dell’iperidrosi ascellare mentre il 95% dei pazienti ha riportato una riduzione della sudorazione di almeno il 50%. Il trattamento dell’ iperidrosi con tossina botulinica non ha effetti permanenti, e la sua durata è di circa 4-6 mesi. Per ottenere una riduzione stabile della sudorazione, pertanto, il trattamento va ripetuto due o tre volte all’ anno, in base alle proprie necessità. Se si decide di interrompere i trattamenti la sudorazione ritornerà gradualmente al livello precedente, e non ci saranno altri cambiamenti nella zona trattata.

Controindicazioni ed effetti collaterali

sudoresmallIl trattamento dell’ iperidrosi ascellare con tossina botulinica è controindicato nei seguenti casi:

• Conclamata allergia alla tossina o ai componenti della preparazione

• Gravidanza o allattamento

• Malattie dei muscoli

• Terapia con farmaci miorilassanti in corso

• Terapie in corso con farmaci che potrebbero interagire con la tossina botulinica

• Precedenti interventi chirurgici al cavo ascellare

Nei trial clinici per il trattamento dell’ iperidrosi ascellare con tossina botulinica l’11% dei pazienti ha riportato effetti collaterali, ed in particolare il 4.5% dei pazienti ha notato un aumento della sudorazione in altre aree del corpo. Lo 0.7% dei pazienti ha notato una leggera debolezza nelle braccia, di breve durata e che non ha richiesto trattamento. In rari casi il trattamento con tossina botulinica può dare sintomi simili a quelli dell’ influenza (stanchezza, febbre e dolore muscolare), che normalmente scompaioni in pochi giorni.

Costi del trattamento

Il costo del trattamento , che può investire più zone del corpo, richiede l’uso di una quantità di tossina superiore a quella necessaria per i trattamenti sul viso.
Pertanto esso può variare dai 500 agli 800 €, a seconda delle varie tipologie. J

 

 

 

SEGUICI

Per sapere quando ci sono novità, inserisci la tua mail:

Clicca per seguirci su Twitter

Twitter Image

PASSIONI

Cultura cucinalibri racconti

Golf dipendenza

Copyright © 2010 - FORUM della SALUTE
Tutti i diritti riservati