Vademecum per un voto antropologicamente corretto

vignetta-elettorePresto andremo di nuovo al voto.

Siamo bombardati da migliaia di stimoli di vario genere a sostegno della bontà delle molteplici posizioni, spesso accomunabili in poche categorie, ma che tuttavia necessitano di estrinsecarsi in una grande pluralità di nomi, simboli e progetti, per poter avere una plausibile scusa di sopravvivenza.

Proviamo dunque a decodificare e reinterpretare in chiave antropologica le posizioni politiche sostenibili e vediamo come e se possono coesistere.

img leggi 

Alcuni esprimono una visione tragica: gli umani sono limitati nella conoscenza, nella sapienza e nella virtù, nulla cambia ed esistono soltanto i doveri. Sarebbe meglio invece abbracciare una visione utopica in cui i limiti psicologici e umani sono artificiali e nulla dovrebbe impedire di vedere ciò che sarebbe possibile in un mondo migliore.

Cosa ha rappresentato la rivoluzione russa se non una visione utopica? Marx, nel suo Capitale, si esprime in modo sia tragico (riguardo al passato) sia utopico (riguardo al futuro). Ma la storia va intesa come una sorta di esperimento “imperfettamente controllato”, anzi non controllabile.

Proviamo a stabilire alcune capacità predittive di come si organizzano gli esseri umani: innanzitutto i gruppi, che vogliono limitare il potere della legge e dei giudici, esprimono il parere che si debba ricorrere ad un “esercito forte”. In secondo luogo i clan (come i partiti) che sottolineano di “essere duri con i criminali”: alcuni mirano a pagare meno tasse altri sono religiosi o vicini ad organizzazioni religiose.
Poi ci sono coloro che danno valore al patriottismo e alla famiglia che non tengono in alcun conto il mondo dell’economia e della finanza (sia individuale che collettiva).

Ancora, chi si esprime per un valore pragmatico abbinato al non permissivismo è un soggetto sociale “vecchio” che è convinto dei corsi e ricorsi storici.

Le organizzazioni di uomini e donne d’affari sono non rivoluzionari, gradualisti, meritocratici; i professionisti e gli studiosi sono laici, ambientalisti, pacifisti, tolleranti.

In base ai concetti di altruismo e cooperazione accennati nello scorrevole, esistono solo due modalità archetipiche volte all'ottenimento di qualcosa dagli altri: uno è il furto, ed è animato dal predominio, l’altro è lo scambio che, invece, caratterizza l’altruismo.

Il furto e il predominio portano alla violenza e allo spreco mentre l’altruismo e la cooperazione portano alla reciprocità: le costituzioni di alcuni stati moderni sono infatti a favore dell’altruismo.

La rottura degli equilibri emotivi porta all’esplosione della violenza e il comportamento violento va affrontato, se possibile, come se fosse una malattia infettiva. È una condizione vissuta da persone, gruppi e popoli molto vulnerabili che vivono in luoghi con poche risorse o che, pur avendo delle risorse, sono incapaci a riconoscerle e a sfruttarle.

I violenti sono convinti di funzionare correttamente e che, quindi, la cosa migliore da fare sia dare sfogo ai loro impulsi. L’agire violento, in quest’ottica, non rappresenta altro che un godimento. In realtà la prevaricazione violenta, la vittoria ottenuta con la violenza, porta a molti problemi reali sia nelle vite umane, che nelle economie che poi vanno rifondate e ricostruite.

Alcune persone, inclini alla violenza, la radicalizzano, la giustificano e la condividono fino a fondare stati. Il nazismo, il fascismo e ogni forma di dittatura quando diventa stato o nazione, tendono alla “medicalizzazione dei problemi sociali”. Così gli oppressi diventano “malvagi”, “nemici” e si devono attivare programmi di controllo sociale. Non va tuttavia dimenticato che l’aggressività e la sua espressione – la violenza – sono elementi costituzionali degli esseri umani. Essi dovrebbero venir canalizzati e imbrigliati dalla civiltà, anche se questo non sempre è possibile.

E soluzioni da trovare per tentare di governare le “spinte” ossia l’espressività dei comportamenti aggressivi sono in primis le leggi e le costituzioni. Nel mondo occidentale la costituzione deve cercare di tenere a freno la natura umana che spinge verso il predominio e la guerra.

Ancora oggi, purtroppo, la guerra è la vera nutrice dell’esecutivo dei popoli, siano essi occidentali che non occidentali.

L’ambizione, l’avarizia, la vanità e la fama cospirano contro la pace e alimentano la guerra mentre le tradizioni (la famiglia e la legge) sono sempre adattamenti della natura umana in una società fatta di tecnologia e di scambi economici.

Il politologo Andrè Singer riconosce i limiti della natura umana le cui componenti di interesse personale ed economia concorrenziale sono comunque migliori dei monopoli che tendono al predominio e all’autocrazia.

Le sinistre occidentali dovrebbero capire e provvedere alle sofferenze dei deboli, degli sfruttati, dei poveri e dei derubati.

Concludendo possiamo dire che le relazioni umane sono continuamente “in divenire” e non vi è possibilità di collocarle in un punto fermo.

Possiamo soltanto augurarci che gli “accadimenti” non prendano la via della risoluzione spicciola che si realizza attraverso le contrapposizioni, i conflitti e le guerre. Pensiamoci, prima di esprimere il nostro voto.

Questo è un augurio e un desiderio.

Esprimiamo il voto che non sia solo una speranza. 

SEGUICI

Per sapere quando ci sono novità, inserisci la tua mail:

Clicca per seguirci su Twitter

Twitter Image

PASSIONI

Cultura cucinalibri racconti

Golf dipendenza

Articoli più letti


Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79
Copyright © 2010 - FORUM della SALUTE
Tutti i diritti riservati