Le ragioni degli altri

palestina cover

Nulla sembra essere cambiato in Palestina malgrado le Nazioni Unite le abbiano conferito lo status di "Stato" fin dal novembre 2012.

Benché dal 1949 si siano susseguite quattro guerre arabo-israeliane (tre con aggressione israeliana, una con aggressione araba), sia nata l’OLP come organizzazione terrorista, siano esplose due Intifada, continua la colonizzazione ebraica di Gaza e della Cisgiordania con l'esproprio ai palestinesi dei terreni migliori o di quelli strategici (come le fonti d’acqua).

La storia della convivenza forzata fra cinque milioni di ebrei e sei milioni di palestinesi in quella striscia di terra nota con l’ambiguo appellativo di “Promessa” è abbastanza nota. 

Se avrete la curiosità (o la pazienza) di conoscerla nel dettaglio, attraverso una monografia interattiva e riccamente illustrata, cliccate qui o sul banner qui sotto.

palestina leggitutto

 La guerra degli alberi

palestina albero 

palestina citazione1

Distinguere torti e ragioni in quel groviglio è pressoché impossibile ed è mestiere per chi voglia coltivare simpatie e antipatie e prese di posizione. Lo scontro è innanzi tutto di mentalità, e noi occidentali fatichiamo non poco a comprendere le posizioni dell’una o dell’altra fazione, soprattutto dopo oltre un secolo di offese reciproche stratificate. La conoscenza delle radici storiche del problema, che abbiamo cercato per sommi capi di riassumere, è un punto di partenza per iniziare ad avvicinarsi a esso senza preconcetti.
Ma siccome è impossibile essere del tutto neutrali verso un problema, vogliamo concludere riallacciandoci a quelle che sono le vittime meno visibili, perché non umane, di questa guerra che ogni giorno che si allontana dal suo inizio diventa sempre più insensata: gli alberi.

La continua distruzione degli alberi in una terra che soffre di desertificazione e deficit idrico è indice che l’isteria fanatica che oppone ebrei e palestinesi ha raggiunto livelli patologici. Gli alberi non sono solo il segno che l’uomo ha domato una terra inospitale e arida, ma sono soprattutto simboli.
La Bibbia, libro sacro a tutte le religioni che si contendono quelle terre, è piena di riferimenti all’albero come simbolo. Piantare un albero era uno dei quattro gesti da concludere per una vita compiuta secondo i pitagorici.
L'Albero della Vita è uno dei simboli più universali dell’uomo, comune a quasi tutte le religioni del mondo. Gli ebrei dedicano un albero ai “giusti fra le nazioni”, coloro che si impegnarono per salvare i loro correligionari dalle persecuzioni naziste. I palestinesi considerano l’albero di olivo come simbolo nazionale. L’albero di olivo è la pianta sacra a Minerva\Atena, dono dalla Dea agli umani. I cristiani vedono nell’olivo il simbolo della passione di Cristo, che fra gli olivi del Getsemani ha rinunciato alla sua natura divina per poter “bere l’amaro calice” fino in fondo.
Distruggere gli alberi non è quindi solo un gesto sconsiderato dal punto di vista economico o ecologico. È empio e blasfemo, perché entrambi annettono alle piante molto più del loro significato materiale. Il gesto di distruggere le piante del nemico in quel contesto non è solo un tentativo di convincere l’altro a sloggiare, ma è un’azione turpe contro il futuro, tanto di chi si vuol colpire che del proprio.
L’esito di questo scontro non può che essere il progressivo depauperamento di quella regione: un depauperamento etico, morale e spirituale che seguirà di pari passo quello economico ed ecologico. Coloro che distruggono gli alberi furono icasticamente definiti da Italo Calvino “gente non amica di nulla, neppure di se stessa”.
Per citare una leggenda biblica, è come se davanti a Re Salomone si fossero presentate due madri entrambe disposte a far tagliare in due il figlio pur di non cederlo all’altra.

Per approfondire cliccate qui

SEGUICI

Per sapere quando ci sono novità, inserisci la tua mail:

Clicca per seguirci su Twitter

Twitter Image

PASSIONI

Cultura cucinalibri racconti

Golf dipendenza

Articoli più letti


Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.forum2.it/htdocs/modules/mod_mostread/helper.php on line 79
Copyright © 2010 - FORUM della SALUTE
Tutti i diritti riservati