Risorgimento al Barolo

12.TeanoAl di là delle motivazioni romantiche il Risorgimento è stato anche frutto di interessi economici sia in campo industriale e finanziario che agricolo.

In quello scenario complesso la viticoltura e la produzione di vini pregiati ebbero un ruolo non secondario

Leggi tutto...

La battaglia di Ponte Milvio

milvio animaz1700 anni fa, sulla riva destra del Tevere, si svolse a Roma una cruenta battaglia civile i cui esiti avrebbero deciso l’indirizzo culturale della storia del mondo.

Il 27 ottobre del 312 d.C., esattamente 1700 anni fa, nel medesimo luogo in cui la jeunesse dorée della capitale si dà serale convegno per l’happy hour ed il serraggio di romantici, quanto inutili, lucchetti si portò a compimento una cruenta, celeberrima battaglia: quella che da Ponte Milvio, appunto, prende il nome.
Fu uno scontro epocale, un evento di quelli che hanno il potere di cambiare il corso della storia, anche se allora pochi se ne avvidero, e segnò lo spartiacque fra la cultura romana e quella cristiana.

Leggi tutto...

Il mito di Pietro a Roma

crocifissione_san-pietro_small

Sulla Pietra, la Chiesa: un mito apostolico romano

Per secoli nessuno ha mai osato mettere in dubbio che San Pietro fu il primo Vescovo di Roma e qui venne martirizzato sotto la persecuzione di Nerone del 64 d.C.
Pochi tuttavia sanno che non esistono prove storicamente e filologicamente sostenibili che ciò sia avvenuto, che tutta la tradizione che ha tramandato tale venuta si è formata oltre un secolo dopo i fatti e che in Turchia e Siria esiste una tradizione ugualmente solida che attesta che Pietro operò tra la Palestina e la Siria, dove morì come Vescovo di Antiochia.

Leggi tutto...

Le ragioni degli altri

palestina cover

Nulla sembra essere cambiato in Palestina malgrado le Nazioni Unite le abbiano conferito lo status di "Stato" fin dal novembre 2012.

Benché dal 1949 si siano susseguite quattro guerre arabo-israeliane (tre con aggressione israeliana, una con aggressione araba), sia nata l’OLP come organizzazione terrorista, siano esplose due Intifada, continua la colonizzazione ebraica di Gaza e della Cisgiordania con l'esproprio ai palestinesi dei terreni migliori o di quelli strategici (come le fonti d’acqua).

Leggi tutto...

Vento nuovo in Iran?

elezioni IranLe recenti elezioni in Iran hanno premiato il leader dei moderati, il riformista Rohani.

Anche se è presto per poter ipotizzare un cambiamento nelle politiche iraniane sul nucleare e nell'appoggio al terrorismo, le speranze di chi ha cuore la pace sono tutte puntate su Teheran.

Per poter cogliere il significato di questo cambio della guardia riproponiamo un articolo pubblicato su FORUM Cultura e Salute di Marzo che, attraverso una sagace recensione del film Argo - vincitore di tre Oscar - è centrato sugli avvenimenti che portarono gli Ayahtollah alla guida del Paese.

Leggi tutto...

L'inverno arabo

inverno-araboSmallE se ci fosse ancora una volta in gioco quel famoso “posto al sole”?

Quale può essere il minimo comun denominatore dietro il contemporaneo deflagrare di rivolte nei paesi arabi? Il petrolio sembra non essere, stavolta, il principale motivo che spinge America, Francia e Gran Bretagna a soffiare sul fuoco delle guerre civili mascherate da “rivoluzioni democratiche”. Azzardiamo allora un’ipotesi. 

Leggi tutto...

Affondate la "Roma"!

0 corazzata Roma70 anni fa affondava la corazzata Roma.

In questi tempi in cui concetti come Patria, eroismo, coraggio e abnegazione sembrano essersi dissolti è bene ricordare gli ultimi momenti della nostra Ammiraglia, invidiataci da avversari ed alleati per la sua tecnologia d'avanguardia.

Leggi tutto...

Quel bastardo di Nerone

10 rimorso di NeroneVa condannato, ma per altri capi d'accusa!

Ultimo dei Giulio Claudi ad indossare la porpora, anzi, ultimo dei Giulio Claudi tout court, il discusso imperatore dopo soli 13 anni di principato ha subito due damnatio memoriae che ne hanno cancellato quasi ogni traccia: la prima, ufficiale, decretatagli dal Senato immediatamente dopo il suicidio, la seconda – de facto – inflittagli dall’apologetica e dalla letteratura cristiana che ce lo ha fatto identificare come l’archetipo del mostro, il male assoluto.
Due condanne che, paradossalmente, pesano sulla sua immagine per due addebiti che probabilmente non furono del tutto giusti, mentre ben altri furono i suoi peccati imperdonabili.

Leggi tutto...

Declino e morte dell’ideologia risorgimentale

2 GuttusoNon è stato semplice “fare” gli italiani. In mancanza della TV i Padri della Patria trovarono più semplice riscrivere la Storia. 

«Ideologia Risorgimentale» non è sinonimo di Risorgimento. Essa è il «codice» etico-politico della classe dirigente nazionale dopo la costituzione dello Stato unitario, è il «credo» politico di coloro che si identificano con l’unità e hanno un evidente interesse ad assicurarne il buon funzionamento.
Per comprendere come tale ideologia si sia concretamente formata non serve risalire alle radici storiche e culturali del Risorgimento e attribuire agli antenati ciò che fu spesso immaginato o inventato dai loro discendenti. Conviene coglierne la nascita nella fase formativa dello Stato, quando essa divenne indispensabile alla sua esistenza e gestione.

Leggi tutto...

Mafia, Camorra e ‘n’Drangheta: i più indovinati prodotti dell’Unità Nazionale

9 lancieri-contro-briganti

Dapprima strumento di potere dell'aristocrazia, le Mafie trovarono fertile coltura nell'Italia post-unitaria

Risorgimento, sistema Parlamentare e Stato fortemente centralistico hanno definitivamente dirottato l’evoluzione storico-sociale delle Regioni del Mezzogiorno verso il modello deteriore e sottosviluppato che conosciamo. Non solo il Meridione era dotato di maggior ricchezza e mezzi produttivi poi inesorabilmente liquidati, ma con l’Unità Nazionale cambiò profondamente il rapporto del cittadino con le Istituzioni dello Stato.

Leggi tutto...

Nerone, l'imperatore che temeva l'abbandono

neroneQuanto può essere concepibile dal punto di vista psicologico la teoria di Nerone “imperatore folle”?

Per secoli la storiografia su Nerone lo ha letto in modo ferocemente ostile, dipingendolo via via come pazzo, incendiario, dissoluto, assassino, esibizionista.
Secondo lo psicologo Borwin Bandelow, molti imperatori, come Caligola o Nerone appunto furono affetti dalla sindrome borderline, un disturbo della personalità caratterizzata da un’instabilità pervasiva dello stato d’animo, delle relazioni interpersonali, dell’immagine di sé e del comportamento. Proprio questa patologia spiegherebbe il comportamento stravagante e a tratti anche folle di molti Cesari.

Leggi tutto...

Quel brav'uomo di Nerone

Bruschini-e-Nerone(Come avremmo potuto evitare un'altra brutta figura)

Ecco come siamo riusciti a farci prendere in giro perfino dagli inglesi, che la nostra storia la conoscono meglio di noi.
Vi proponiamo qui sotto un articolo pubblicato dal Times di Londra il 30 giugno 2010.
Il sindaco di Anzio, Luciano Bruschini, nel tentativo di ottenere uno scoop di marketing turistico, ha deciso di puntare sull'immagine dell'illustre concittadino Nerone. Quale che essa sia.

Leggi tutto...

SEGUICI

Per sapere quando ci sono novità, inserisci la tua mail:

Clicca per seguirci su Twitter

Twitter Image

PASSIONI

Cultura cucinalibri racconti

Golf dipendenza

Copyright © 2010 - FORUM della SALUTE
Tutti i diritti riservati